Diritto alla salute


Ruaraka Uhai Neema Hospital


 

EVIDENZA FOTOIl Ruaraka Uhai Neema Hospital ha ottenuto il SafeCare Certificate di quarto livello ed è stato giudicato il migliore ospedale tra altri 500 centri in Kenya. Leggi la news>>

L’ospedale che abbiamo realizzato nel nord-est di Nairobi, offre assistenza sanitaria di qualità e gratuita alla popolazione più indigente degli slum della città. Aperto nel 2009, l’ospedale Ruaraka Uhai Neema Hospital accoglie in media 10.000 pazienti al mese, grazie a uno staff costituito per il 99% da personale locale.

Il progetto nasce dalla necessità di creare un centro sanitario di riferimento per garantire alle popolazioni più povere e marginalizzate di Nairobi l’accesso a cure mediche di qualità e al contempo per rispondere ai bisogni formativi degli operatori socio-sanitari dell’area.

Nel 2014 presso il RU Neema Hospital sono stati assistiti 127.387 pazienti, di cui il 30% bambini con meno di 5 anni. Si registra un notevole incremento del flusso generale di pazienti (+7%), dato che evidenza un aumento della fruizione dei servizi sanitari di base da parte dell’intera popolazione dell’area.
L’ospedale è un importante punto di riferimento per gli ambulatori situati all’interno delle baraccopoli – pochi, non sufficientemente attrezzati e spesso privi di personale adeguato – che possono contare su una struttura in grado di far fronte anche ai casi più gravi. Il forte legame con i territori degli slum e con le strutture locali rappresenta il punto di forza del RU Neema Hospital e dei progetti di World Friends.

I servizi offerti:

Ambulatorio generale e Ambulatorio materno-infantile con servizi di vaccinazioni, ginecologia e pediatra; Reparto Maternità con Sala Operatoria; Centro Diagnostico con Laboratorio, Radiografia ed Ecografia; Pronto Soccorso, Interventi Chirurgici minori e Day Hospital; Test e trattamento HIV/AIDS; Fisioterapia e Terapia Occupazionale; Farmacia; Servizio d’Ambulanza; Centro di Formazione Professionale.
Il 28 maggio 2015 è stato inaugurato il nuovo reparto di Pediatria, dotato di 24 posti letto destinati al ricovero dei bambini e di una sala operatoria pediatrica. Il reparto potrà accogliere fino a 100 bambini al mese affetti da patologie che richiedono ricovero ospedaliero.

Sostieni il RU Neema Hospital >>

 ll

 

Medical Camp


 

medical camp

Il “Medical Camp Program” nasce per portare gratuitamente le cure ai malati dellle baraccopoli di Nairobi. Si tratta di missioni che lo staff del RU Neema Hospital compie periodicamente – ogni mese in una zona diversa di Nairobi Nord-Est – per fornire assistenza sanitaria a tutte quelle persone che per vari motivi non sono in grado di raggiungere l’ospedale.

In media, ogni Medical Camp è in grado di accogiere più di 300 persone.
Come si organizza un Medical Camp:
Gli operatori e i collaboratori di World Friends presenti nella baraccopoli di Babadogo avvisano la popolazione del posto che è in programma una giornata di visite gratuite in baraccopoli gestite dallo staff medico del Neema Hospital. Grazie al passaparola, il Medical Camp coinvolge anche gli abitanti dei sobborghi vicini (Huruma, Kariobangi, Lucky Summer…)

Un Medical Camp coinvolge:
1 medico
1 assistente medico
2 infermieri
1 assistente amministrativo per la registrazione dei pazienti


Le attività svolte:
Visite e consulenze mediche
Distribuzione gratuita di farmaci ai pazienti esaminati e formazione sul loro utilizzo
Informazioni di educazione sanitaria per la prevenzione delle patologie più comuni
Informazione sui  servizi del Neema Hospital per far conoscere alle fasce più povere della popolazione i servizi del centro polivalente di World Friends.

 l

l

Prevenzione della disabilità e inclusione sociale



lotta alla disabilitàNegli slum di Nairobi circa il 5% dei bambini al di sotto dei 15 anni è disabile
e vive una condizione di particolare emarginazione dal punto di vista sanitario e sociale.
L’alta incidenza della disabilità infantile è dovuta principalmente a problemi riscontrati durante la gravidanza, alle condizioni in cui le mamme sono costrette a partorire (senza alcuna assistenza medica), a incidenti domestici.

Nello slum i bambini disabili sono ultimi fra gli ultimi. La disabilità non solo compromette il loro sviluppo, ma mette ai margini le famiglie in cui vivono e spesso le divide. Il programma è riuscito fin qui a toccare in media 500 bambini ogni anno insieme alle loro famiglie. Fornendo prestazioni chirurgiche, fisioterapia, educazione all’accoglienza.

Sostieni la prevenzione della disabilità negli slum di Nairobi>>>

Con 20 euro si coprono i costi di una settimana di fisoterapia per un bambino

 

Guarda il video “Refuse the stigma” >>

A partire dal 2015 il progetto riceve il prezioso contributo di:
logo 8xmille chiesa valdese rid
logo caritas antoniana rid