Assistenza sanitaria negli slum di Nairobi

l-dsc01829I Medical Camp sono gli ambulatori mobili che World Friends realizza negli slum di Nairobi fin dagli inizi della sua attività e quindi ancor prima dell’apertura del Ruaraka Uhai Neema Hospital. La salute è un diritto umano fondamentale, ma purtroppo per i residenti degli slum non rientra tra le priorità, la maggior parte della popolazione dei quartieri poveri si reca presso le strutture mediche solo in condizioni estremamente gravi quando i dolori sono insopportabili, questo a causa degli elevati costi delle strutture esistenti e dei problemi finanziari a cui devono far fronte quotidianamente.

Organizzati ogni ultimo sabato del mese, i medical camp di World Friends permettono ai residenti delle baraccopoli di ricevere assistenza sanitaria di qualità in forma gratuita. Un medical camp è in grado di accogliere oltre 200 pazienti soprattutto donne e bambini, che si recano lì per poter accedere ai servizi diagnostici e curativi offerti dal personale sanitario coinvolto. A partire dall’ agosto 2016, una nuova partnership con Familia Nawiri, rappresentata da Sandoz (Novartis Company), permetterà di introdurre la possibilità di effettuare presso gli ambulatori mobili alcuni test di laboratorio, tra i quali: test della glicemia, esame delle urine, esame del sangue per diagnosticare l’eventuale presenza di sifilide, test di gravidanza, esame per l’ulcera (H. pylori) e test della Salmonella.

“Avere la possibilità di fare questi esami nel corso di un medical camp, è di grande importanza. L’introduzione di questi accertamenti aiuterà il personale medico a fornire una pronta assistenza in base allo stato di salute del paziente. Ci sono test che sono prioritari ed è fondamentale diagnosticare il risultato tempestivamente, come ad esempio analizzare il livello di glicemia nel sangue o accertarsi di una sospetta gravidanza; in questi casi ci sono medicinali che non possono essere somministrati ed è importante avere la possibilità di verificare la condizione del paziente prima di assegnare una cura da seguire” spiega Felix Omondi, tecnico di laboratorio presso il Ruaraka Uhai Neema Hospital.

Lo scorso medial camp si è tenuto il 24 settembre presso la Why Not Academy, nello slum di Mathare.

Scopri di più sul progetto Medical Camp di World Friends >>